HOME / LAVORO / Arriva a Roma, ecco la protesta dei lavoratori Meridiana

Arriva a Roma, ecco la protesta dei lavoratori Meridiana

loading...

meridiana-kKAB-U108022878192415E-1024x576@LaStampa.it (1)

Da Olbia la protesta si sposta a Roma. Dopo la lunga mobilitazione dei meccanici, ora in prima linea tornano gli assistenti di volo e i piloti. Sul caso Meridiana continua la battaglia. Centinaia di magliette rosse hanno invaso questo pomeriggio il centro di Roma: striscioni, bandiere, trombe e fischietti. La questione è sempre la stessa: il piano di licenziamenti avviato dalla compagnia aerea dell’Aga Khan in previsione della fusione con Qatar Airways. Meridiana ha già fatto partire la procedura di mobilità per oltre 900 dipendenti e il Governo tenta ancora di mediare tra l’azienda e i sindacati. La compagnia aerea del Qatar, proprio in questi giorni, ha ribadito il suo ultimatum: accordo entro il 30 giugno, ma con gli organici alleggeriti.

 

Piloti, assistenti di volo Meridiana protestano a Roma per il posto di lavoro

 

Al «Meridiana pride», organizzato già dal sindacato Usb, hanno partecipato anche i lavoratori di Alitalia. Il corteo è partito da piazza Barberini e ha fatto una lunga sosta di fronte a Palazzo Chigi. Poi è scattata l’occupazione della piazza di Montecitorio. Alla fine della protesta i dipendenti della compagnia aerea sarda hanno consegnato la sintesi delle loro richieste al sottosegretario Claudio De Vincenti. Due sono quelle principali: il blocco della procedura di mobilità e la lista unica dei dipendenti (tra Meridiana fly e la controllata AirItaly) per concordare un piano di riduzione degli organici.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

Altro Cristiano

loading...

Guarda Anche

Treviso, “Dopo 32 anni di lavoro e tasse vivo in strada e senza pensione”

Anni e anni di contributi. Ma ora è vive in strada solo con una pensione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *