venerdì 24 febbraio, 2017
Loading...
HOME / CRONACA / STRAGE IN PUGLIA, IL CAPOSTAZIONE INDAGATO: “VI RACCONTO COSA E’ REALMENTE ACCADUTO”

STRAGE IN PUGLIA, IL CAPOSTAZIONE INDAGATO: “VI RACCONTO COSA E’ REALMENTE ACCADUTO”

loading...

STRAGE IN PUGLIA, IL CAPOSTAZIONE INDAGATO: “VI RACCONTO COSA E’ REALMENTE ACCADUTO”

a7

Incidente Puglia, il capostazione: “Ho dato il via, non dovevo farlo”
Dopo l’incidente è il momento di capire la dinamica e soprattutto se ci sono responsabilità tra gli operatori: parla il capostazione e chiarisce la sua posizione

Dopo l’incidente è il momento di capire la dinamica e soprattutto se ci sono responsabilità tra gli operatori di stazione.

E chiarire cosa sia successo veramente durante i minuti precdenti allo schianto tra i due treni traCorato e Andria arrivano le parole del capostazione di Andria Vito Piccarreta: “In questa storia anche noi siamo delle vittime. Siamo disperati ma un solo errore non può aver causato tutto questo”. “Stiamo soffrendo, quelle immagini sono inaccettabili, tutto quel dolore, quello che è accaduto è incredibile. Ma non è pensabile dare la colpa di quello che è successo soltanto a un errore umano. Non è così”, dice la moglie a Repubblica.

La versione di Piccarreta è abbastanza chiara: “È vero quel treno non doveva partire. E quella paletta l’ho alzata io: non sapevo che da Corato stesse arrivando un altro treno per questo ho dato il via libera”, spiega ai funzionari che stanno conducendo l’inchiesta interna. A loro ha provato a spiegare che quella era stata una giornata complicata, i treni che portavano ritardo, c’era stata l’aggiunta di un treno supplementare e dunque in quel lasso di orario era previsto l’arrivo di tre treni e non dei soliti due. “È stata una giornata molto particolare”, dice. “Ma quello che è successo è troppo”. Troppo. “So che ora se la prenderanno tutti quanti con noi”, dice sempre la moglie del capostazione. “Mio marito è il capro espiatorio perfetto. Ma non è giusto: perché è un lavoratore serio, in questi anni ha fatto sempre e soltanto il suo dovere. Questa è una tragedia troppo grande per noi. È un lutto, abbiate rispetto del nostro dolore”. Infine un investigatore afferma: “Il problema non è il binario unico perché in Italia la maggior parte dei treni viaggiano sul binario unico. Il problema è il sistema di controllo che ovunque è automatizzato tranne che qui”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI.

Altro admin

Loading...

Guarda Anche

Trasporta pizza in macchina, lo fermano e gli fanno una multa di 3mila euro

Trasporta pizza in macchina, lo fermano e gli fanno una multa di 3mila euro Avezzano. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *