Loading...
HOME / CRONACA / IL LEADER DELL’ISIS AMMETTE SCONFITTA E ORDINA ATTENTATI IN OCCIDENTE

IL LEADER DELL’ISIS AMMETTE SCONFITTA E ORDINA ATTENTATI IN OCCIDENTE

loading...

IL LEADER DELL’ISIS AMMETTE SCONFITTA E ORDINA ATTENTATI IN OCCIDENTE

Il leader dell’Isis, Abu Bakr Al Baghdadi, avrebbe pronunciato un “messaggio audio di commiato” in cui avrebbe ammesso la sconfitta nella battaglia contro le forze irachene e, allo stesso tempo, ordinato attentati in Occidente.

Lo riferiscono i media locali. Il 18 ottobre le truppe di Baghdad avevano lanciato una vasta offensiva per conquistare Mosul, dove nell’estate del 2014 il Califfo proclamò la nascita dello Stato Islamico.

Nel suo messaggio, il Califfo “ha chiesto ai suoi combattenti di non dolersi per la perdita di terreno perché al Wilayat (‘provincia’, ma in arabo arcaico significa anche ‘potere, autorità’) non è stata costruita sulla base del territorio”.

Nel suo discorso, secondo quanto riporta ancora la televisione irachena, avrebbe anche ordinato ai foreign fighters di ritornare nei loro Paesi di origine e di farsi esplodere in attentati.

Al Baghdadi avrebbe poi comunicato ai suoi di aver “nominato un successore”, il cui nome non viene indicato, e avrebbe chiesto ai suoi combattenti di “continuare la jihad anche dopo la sua morte”.

Anche la tv satellitare irachena al Sumeria riferisce di un messaggio di Al Baghdadi dello stesso tenore, ma afferma invece che le parole del Califfo sarebbe stata “diffusa ai mujahiddin attraverso predicatori” dell’organizzazione.

Molti jihadisti e comandanti locali dell’Isis hanno gia’ abbandonato le aree che un tempo controllavano in Iraq ed in Siria a seguito dell’offensiva delle truppe irachene, sostenute dalla coalizione internazionale, che stanno stringendo l’assedio su Mosul.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI.

Altro Mattia

Loading...

Guarda Anche

STATO INFAME: COSI’ IL FISCO FOTTE I NOSTRI GIOVANI COSTRETTI A LAVORARE ALL’ESTERO

STATO INFAME: COSI’ IL FISCO FOTTE I NOSTRI GIOVANI COSTRETTI A LAVORARE ALL’ESTERO “Sono decine …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *