Loading...
HOME / CRONACA / Immigrati, Orbàn costruirà un secondo muro

Immigrati, Orbàn costruirà un secondo muro

loading...

Immigrati, Orbàn costruirà un secondo muro

105537415-ef3cb775-f581-46ff-97d4-e2f0d4328b8f

BERLINO – La barriera anti-migranti esistente non basta: l’Ungheria costruirà un muro-bis, un secondo sbarramento ancor più robusto e difficile da oltrepassare. Lo ha detto stamane il popolarissimo premier nazionalconservatore magiaro, Viktor Orbàn, parlando alla radio nazionale. Budapest dunque inasprisce le misure contro la grande migrazione. Anche in vista del referendum che si terrà all’inizio di ottobre, in cui gli elettori sono chiamati a dire sì o no all’imposizione di quote di ripartizione di migranti da parte della Ue a ogni Stato membro, e una vittoria del no è scontata. Sarà un nuovo successo annunciato del leader ungherese, e un nuovo problema per l’Unione europea dopo la Brexit.

“Stiamo programmando la costruzione di una seconda barriera” lungo il tracciato di quella già esistente e costruita in corsa nel 2015 lungo il confine con la Serbia, ha spiegato Orbàn, aggiungendo: “La misura ci sembra necessaria anche tenendo conto della possibilità che la Turchia cambi la sua politica verso i migranti”. Perché “se ciò accadrà, arriveranno a centinaia di migliaia ai nostri confini”. La pianificazione della nuova opera è già in corso, ha precisato il premier.

L’annuncio di Orbàn precede di poche ore l’incontro a Varsavia dei quattro leader del gruppo di Visegrad (Cèchia, Polonia, Slovacchia, Ungheria) con la cancelliera tedesca Angela Merkel. I quattro Paesi sono uniti nella linea della massima fermezza e chiusura anti-migranti e contestano la politica graduale, moderata, di braccia aperte condotta da Berlino e dalla Ue. “La questione-chiave è se Angela Merkel sarà disposta o no a seguirci sulla nostra richiesta di correzione delle fallimentari politiche d’apertura tedesche e della Ue, se vuole combattere al nostro fianco o no”, ha affermato ancora alla radio Orbàn, che si profila sempre più come lo statesman-leader del gruppo di Visegrad e quindi del fronte centroeuropeo di no ai migranti.

L’Ungheria, sommersa da 400mila migranti in transito l’anno scorso, si è blindata costruendo grazie ai reparti del Genio delle sue forze armate una barriera di filo spinato e lame di rasoio alta quattro metri lungo i confini con Serbia e poi anche Croazia, e organizzando al confine centri per la procedura d’esame per direttissima delle richieste di asilo. La maggior parte viene respinta, seguono respingimenti-lampo. Orbàn ha deciso anche di rafforzare da 44mila a 47mila il numero di poliziotti e soldati dispiegati alla frontiera per fermare i migranti. Budapest riflette da tempo anche sulla possibilità di estendere la barriera al confine con la Romania. Paese dove nella notte le forze di sicurezza hanno arrestato 28 migranti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

Altro admin

Loading...

Guarda Anche

++ALLARME!!! E’ EMERGENZA BURQA!++ MOLTIPLICATI I PESTAGGI ISLAMICI..

++ALLARME!!! E’ EMERGENZA BURQA!++ MOLTIPLICATI I PESTAGGI ISLAMICI.. E’ ormai una vera e propria emergenza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *