Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php:1905) in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-includes/feed-rss2.php on line 8
PEDOFILI – Attacco Mirato http://attaccomirato.com Tutte le notizie sull'attualità in tempo reale Tue, 17 Jan 2017 23:13:20 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.7.1 Napoli, arrestato pedofilo di 72 anni: ha abusato per anni di una nipote http://attaccomirato.com/cronaca/napoli-arrestato-pedofilo-72-anni-abusato-anni-nipote/ http://attaccomirato.com/cronaca/napoli-arrestato-pedofilo-72-anni-abusato-anni-nipote/#respond Mon, 18 Apr 2016 11:15:01 +0000 http://attaccomirato.com/?p=5675 NAPOLI – Un 72enne è stato arrestato nel salernitano dai carabinieri in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Salerno, dovendo scontare la pena di 7 anni di reclusione per atti sessuali con minorenne aggravati e continuati. L’uomo avrebbe commesso atti sessuali dal 1998 al 2003 nei confronti di una nipote acquisita. L’arrestato, …

L'articolo Napoli, arrestato pedofilo di 72 anni: ha abusato per anni di una nipote sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>

NAPOLI – Un 72enne è stato arrestato nel salernitano dai carabinieri in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Salerno, dovendo scontare la pena di 7 anni di reclusione per atti sessuali con minorenne aggravati e continuati. L’uomo avrebbe commesso atti sessuali dal 1998 al 2003 nei confronti di una nipote acquisita. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato portato nella sua abitazione in regime detentivo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Napoli, arrestato pedofilo di 72 anni: ha abusato per anni di una nipote sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/napoli-arrestato-pedofilo-72-anni-abusato-anni-nipote/feed/ 0
Milano, molestie a una minore in ospedale: preso l’aggressore http://attaccomirato.com/cronaca/milano-molestie-minore-ospedale-preso-laggressore/ http://attaccomirato.com/cronaca/milano-molestie-minore-ospedale-preso-laggressore/#respond Tue, 12 Apr 2016 01:45:13 +0000 http://attaccomirato.com/?p=4548 Ha molestato sessualmente una sedicenne. Lo ha fatto nel luogo in cui la ragazzina stava cercando di curarsi per gravi disturbi alimentari: l’ospedale Niguarda di Milano. E lo aveva anche già fatto, in questo e in un altro reparto dello stesso ospedale. Per questo un uomo di 45 anni è stato arrestato dalla polizia. L’accusa …

L'articolo Milano, molestie a una minore in ospedale: preso l’aggressore sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
094517440-ffdd10a2-3e79-44ae-ad3d-b17f323ab694

Ha molestato sessualmente una sedicenne. Lo ha fatto nel luogo in cui la ragazzina stava cercando di curarsi per gravi disturbi alimentari: l’ospedale Niguarda di Milano. E lo aveva anche già fatto, in questo e in un altro reparto dello stesso ospedale. Per questo un uomo di 45 anni è stato arrestato dalla polizia. L’accusa è aggravata dall’età della vittima e dal fatto che, essendo anoressica, non era nelle condizioni di potersi difendere. Non solo: una decina di anni fa era già stato condannato per gli stessi reati a 4 anni e 3 mesi. Visto che l’ospedale per l’uomo era una specie di “territorio” in cui delinquere, gli investigatori raccomandano a chi dovesse aver subito atti simili al Niguarda, di denunciare l’accaduto.

L’operazione è stata eseguita dagli agenti del commissariato Greco Turro. Secondo la loro ricostruzione, il 3 febbraio il violentatore ha seguito la ragazza in cura in regime di day hospital al Centro nutrizionale dell’ospedale. Stava andando in bagno, le porte in questo reparto non si chiudono a chiave. Qui l’ha molestata in maniera molto pesante fino a quando la ragazza non è riuscita a divincolarsi e a correre fuori, urlando e chiamando le infermiere. Il primario allora ha avvertito la polizia. L’uomo ha cercato di inseguire la ragazza, poi è scappato, ma la sua faccia è rimasta fissata nelle immagini delle telecamere. Le stesse telecamere lo hanno ripreso anche quando poco prima aveva già palpeggiato la paziente di un altro reparto dello stesso ospedale.

Nel 2002 la stessa persona – che abita a Somaglia, nel lodigiano – aveva già commesso una violenza sessuale nel cortile dell’ospedale: questa volta aveva approfittato di una paziente psichiatrica di 18 anni. Arrestato, aveva scontato 4 anni e 3 mesi. A ricordarsi del suo volto è stato un investigatore del commissariato Greco Turro: quando ha visto i filmati delle telecamere di sorveglianza, si è ricordato di averlo già arrestato nel 2002. Questa volta a incastrarlo è stata una poliziotta che gli ha telefonato fingendosi una sua conoscente dandogli un appuntamento nel bar dell’ospedale: quando si è presentato è stato arrestato.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Milano, molestie a una minore in ospedale: preso l’aggressore sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/milano-molestie-minore-ospedale-preso-laggressore/feed/ 0
Le parole di Diego, un prete abusò di lui: «Mi faranno la perizia ma non sono pazzo» http://attaccomirato.com/pedofili/le-parole-diego-un-prete-abuso-mi-la-perizia-non-pazzo/ http://attaccomirato.com/pedofili/le-parole-diego-un-prete-abuso-mi-la-perizia-non-pazzo/#respond Mon, 11 Apr 2016 10:15:43 +0000 http://attaccomirato.com/?p=4448 Mentre parla gli trema la voce, inizia a sudare, gli occhi sono smaniosi, cerca una via di fuga. Mentre Diego Esposito rievoca le violenze di 27 anni fa è come se la sagoma del suo aguzzino si materializzasse davanti a lui. L’ultimo avvistamento di don Silverio Mura, che il 40enne di Ponticelli indica come colui …

L'articolo Le parole di Diego, un prete abusò di lui: «Mi faranno la perizia ma non sono pazzo» sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
1660452_dds

Mentre parla gli trema la voce, inizia a sudare, gli occhi sono smaniosi, cerca una via di fuga. Mentre Diego Esposito rievoca le violenze di 27 anni fa è come se la sagoma del suo aguzzino si materializzasse davanti a lui. L’ultimo avvistamento di don Silverio Mura, che il 40enne di Ponticelli indica come colui che abusò di lui tra i 13 e 18 anni, è a pochi chilometri da casa di Diego.

«A fine gennaio l’hanno visto girare per San Giuseppe Vesuviano» ricorda ingollando una delle 8 pillole di psicofarmaci che è costretto a prendere per non stare male. Per la Curia l’uomo ora è in una struttura adeguata per il suo recupero spirituale. Tuttavia, quello che Diego invoca a gran voce è «giustizia». Quando l’uomo riuscì a tirar fuori quella ferita terribile grazie a un lavoro incessante dello psicologo, il reato era già prescritto, ma non per lo stato vaticano. La battaglia legale iniziata da Diego insieme all’associazione Rete l’Abuso va avanti tra silenzi, scioperi della fame e lettere da anni. Solo l’intervento due anni fa di Papa Francesco dà la svolta e ordina l’apertura di processo canonico. Da allora tutto tace. Fino alla settimana scorsa, quando Diego riceve la convocazione per «investigatio previa» ovvero un’investigazione tendente alla valutazione dell’imputabilità o meno dell’indiziato e alla ricerca delle circostanze aggravanti o attenuanti.Esposito, finalmente qualcosa di muove e arriva un segnale positivo dalla Curia. «Era ora. Dopo anni di silenzi, mancate comunicazioni e modi arroganti miei confronti, è arrivata la convocazione per una valutazione psichiatrica cui potrà assistere anche lo psicologo Alfonso Rossi, colui che mi ha aiutato a far emergere dalla mia memoria gli abusi e attualmente mi ha in cura. In un primo momento, infatti, volevano facessi perizia psichiatrica solo in presenza di un loro medico».

Ora si sente più tutelato?
«Sì, la chiesa fin dall’inizio non mi ha fatto sentire una vittima da tutelare. Anzi, la mia impressione è sempre stata quella che volessero dichiararmi malato di mente, pazzo, rendermi inattendibile. Ma io non sono pazzo. Solo solo un uomo ferito, nel corpo e nell’anima. Ritroverò un po’ di serenità solo quando saprò che don Silverio Mura non sarà più in grado di abusare di altri bambini».
Lei aveva appena 13 anni quando iniziarono le violenze…
«La prego, non mi chieda di ricordarle ancora… Le immagini di quegli anni mi passano davanti agli occhi come se avvenissero ora. Provo tanto dolore».
Un dolore che non l’ha fermata dal denunciare don Silverio Mura.
«Anche se ho passato momenti terribili, come quello di ricordare e raccontare le violenze sessuali che ho subito per cinque anni della mia adolescenza, sono convinto che denunciare sia stata la scelta giusta. Il mio obiettivo è solo avere giustizia, che don Mura venga riconosciuto come prete pedofilo e sia fermato dal fare del male ad altri».
È vero che dopo aver raccontato al Mattino la sua triste vicenda a gennaio sono arrivate altre segnalazioni?
«Sì, purtroppo è accaduto esattamente quello che temevo. Dopo aver letto il giornale, si sono fatte avanti ancora due nuove vittime, anche piuttosto giovani. Hanno contattato la onlus Rete L’Abuso, che segue anche il mio caso, e ora so che lo psicologo Rossi li sta aiutando nel difficile processo di rielaborazione».
È fiducioso sul suo caso giudiziario?
«Molto. Aspetto che la verità sia finalmente ristabilita e fatta giustizia. Sono credente, ma credo prima di tutto in una chiesa integra e onesta. Vorrei essere sicuro che alla crescita spirituale dei miei figli si occupassero preti senza perversioni. Riconoscere don Mura colpevole di violenze sessuali a mio carico sarebbe un segno di onestà».

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Le parole di Diego, un prete abusò di lui: «Mi faranno la perizia ma non sono pazzo» sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/pedofili/le-parole-diego-un-prete-abuso-mi-la-perizia-non-pazzo/feed/ 0
Pedofilia, perquisita sede della diocesi di Lione: cardinale indagato http://attaccomirato.com/pedofili/pedofilia-perquisita-sede-della-diocesi-lione-cardinale-indagato/ http://attaccomirato.com/pedofili/pedofilia-perquisita-sede-della-diocesi-lione-cardinale-indagato/#respond Thu, 31 Mar 2016 19:45:30 +0000 http://attaccomirato.com/?p=2639 Gli inquirenti francesi muovono un nuovo, rumoroso passo nell’inchiesta sulle presunte omissioni di denunce di abusi su minori che coinvolge alcuni alti prelati, tra cui l’arcivescovo di Lione e primate delle Gallie, il cardinale Philippe Barbarin. La polizia ha condotto oggi una perquisizione nei locali dell’arcivescovado di Lione, residenza del card. Barbarin, finito nella bufera …

L'articolo Pedofilia, perquisita sede della diocesi di Lione: cardinale indagato sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
1639683_philippe_barbarin

Gli inquirenti francesi muovono un nuovo, rumoroso passo nell’inchiesta sulle presunte omissioni di denunce di abusi su minori che coinvolge alcuni alti prelati, tra cui l’arcivescovo di Lione e primate delle Gallie, il cardinale Philippe Barbarin. La polizia ha condotto oggi una perquisizione nei locali dell’arcivescovado di Lione, residenza del card. Barbarin, finito nella bufera perchè accusato di aver coperto in passato almeno un sacerdote responsabile negli anni ’80 di atti pedofili in serie su diversi boy scout. «Nell’ambito delle indagini preliminari aperte dalla procura di Lione – si legge nel comunicato diffuso dalla diocesi transalpina -, la diocesi di Lione ha dovuto consegnare oggi agli investigatori venuti ad effettuare una perquisizione gli elementi di cui la giustizia intendeva disporre per fare luce su quegli avvenimenti dolorosi».

Il card. Barbarin, ha spiegato sempre la diocesi, «ha espresso in numerose occasioni la sua volontà di collaborare in tutta trasparenza con la giustizia, di cui resta a disposizione con fiducia». «Egli rinnova la speranza – aggiunge la nota – che la giustizia possa agire nella serenità indispensabile per l’accertamento della verità e per la guarigione della sofferenza delle vittime». L’inchiesta è stata aperta parallelamente alle indagini nei confronti di un sacerdote, padre Bernard Preynat, accusato di una lunga serie di violenze sessuali risalenti su giovanissimi scout oltre 25 anni fa. Le vittime hanno denunciato Preynat e i responsabili della diocesi colpevoli, a loro avviso, di non aver informato la giustizia pur essendo al corrente dei fatti. Barbarin ha sempre respinto le accuse precisando che al momento dei fatti in questione non era ancora vescovo, rimandando in parte le contestazione ai suoi predecessori, e sostenendo che quando ebbe testimonianza diretta degli abusi di Preynat, oggi 71/enne, fu lui l’anno scorso a sospenderlo, prima ancora della denuncia delle vittime alla giustizia. Tra queste ultime, però, non manca chi chiede le dimissioni del porporato, che in una delle messe pre-pasquali della Settimana Santa ha anche chiesto «personalmente scusa» alle vittime dei preti pedofili.

Interessando un prelato di così alto prestigio, tra l’altro uomo di fiducia dell’attuale Pontefice, il caso ha fatto molto rumore non solo in Francia, e anche le nuove perquisizioni di oggi intervengono ad agitare ulteriormente le acque. È diventato persino un caso politico, dopo che il premier socialista francese Manuel Valls ha ammonito Barbarin, in un’intervista radiofonica, affinchè «si assuma le sue responsabilità». «Se questo dibattito riguardasse il preside di una scuola – ha osservato Valls – che cosa avremmo detto? Saremmo stati implacabili, Un uomo di Chiesa, un cardinale, il primate delle Gallie ha un’influenza morale e intellettuale, esercita una responsabilità sulla nostra società: deve capire il dolore delle vittime». E al severo richiamo del premier ad «assumersi le sue responsabilità» e a «parlare e agire» il card. Barbarin, spalleggiato dai vescovi di Francia, ha dovuto subito reagire assicurando in una conferenza stampa: «Mai e poi mai ho coperto un qualsiasi atto di pedofilia».

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Pedofilia, perquisita sede della diocesi di Lione: cardinale indagato sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/pedofili/pedofilia-perquisita-sede-della-diocesi-lione-cardinale-indagato/feed/ 0
Roma, prete pedofilo arrestato, l’avvocato: «vittima di abusi quando era in orfanotrofio» http://attaccomirato.com/pedofili/roma-prete-pedofilo-arrestato-lavvocato-vittima-abusi-orfanotrofio/ http://attaccomirato.com/pedofili/roma-prete-pedofilo-arrestato-lavvocato-vittima-abusi-orfanotrofio/#respond Tue, 29 Mar 2016 23:15:41 +0000 http://attaccomirato.com/?p=2364 «Elevatissima capacità a delinquere» e consapevolezza dell’«illiceità penale delle sue condotte e dei conseguenti rischi». È quanto scrive il gip di Roma Cinzia Parasporo nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di Claudio Nucci, pr romano di 56 anni arrestato nello scorso febbraio con l’accusa di aver praticato sesso con tre ragazzi minorenni …

L'articolo Roma, prete pedofilo arrestato, l’avvocato: «vittima di abusi quando era in orfanotrofio» sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
1638231_nucciok

«Elevatissima capacità a delinquere» e consapevolezza dell’«illiceità penale delle sue condotte e dei conseguenti rischi». È quanto scrive il gip di Roma Cinzia Parasporo nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di Claudio Nucci, pr romano di 56 anni arrestato nello scorso febbraio con l’accusa di aver praticato sesso con tre ragazzi minorenni in cambio di soldi. Per Nucci, con numerosi precedenti uno dei quali per violenza sessuale, il pm Eugenio Albamonte ha già chiesto il giudizio immediato e, nel contempo, disposto ulteriori indagini per verificare se altri minorenni siano stati vittime delle attenzioni dell’uomo e se nella vicenda siano coinvolti altri pedofili.

Dall’esame degli sms è emerso che Nucci chiedeva ai giovanissimi di inviargli anche loro foto e video in cui erano ritratti in atteggiamenti sessuali. Nell’ordinanza di custodia cautelare il gip rileva come «le attività tecniche di intercettazione – si legge nel provvedimento – hanno consentito di accertare che l’indagato ha avuto contatti recentissimi con minori nonchè con numerosi altri ragazzi di sesso maschile non identificati, ma presumibilmente minorenni in relazione ai quali il pm riferisce essere necessarie ulteriori attività d’indagine». Ciò, si evidenzia nell’ordinanza, rende necessaria la misura cautelare in carcere relativamente alla capacità di reiterare i reati contestati, ovvero prostituzione minorile aggravata e pornografia minorile.

Inoltre, Nucci avrebbe fornito «indirizzi fittizi – sottolinea il gip – tanto che la sua effettiva abitazione è stata individuata a mezzo georeferenziazione e attività di intercettazione». Così il gip Cinzia Parasporo nell’ordinanza di custodia cautelare nel motivare la misura restrittiva a causa anche di un pericolo di fuga dell’indagato. Per il gip Parasporo esiste un pericolo di fuga poichè l’indagato «ha contatti con persone benestanti alle quali avrebbe potuto rivolgersi per organizzare la fuga».

La difesa
Claudio Nucci «è in cura da tempo per un forte disturbo bipolare e non si rende conto fino in fondo della profonda illiceità dei fatti che gli vengono contestati». A dirlo è il legale dell’uomo, Gian Luca De Bonis, secondo il quale «i casi che gli vengono addebitati sono 3 e non aumenteranno, non ci sono i 30 ragazzini coinvolti». Da ragazzino, secondo quanto riferito dall’avvocato, «ha subito anche violenza sessuale quando era in orfanotrofio». L’avvocato di Nucci ha affermato che «non è una scusante nel caso venisse condannato, ma da tempo è in cura psichiatrica. Il profilo che è emerso non corrisponde a verità – ha aggiunto De Bonis -, per tutto il suo vissuto personale è lontano anni luce dal ritratto del pr spregiudicato e dedito al malaffare che viene descritto». Nucci «ha subito violenza sessuale da bambino dai preti dell’orfanotrofio in cui era stato accolto – ha riferito l’avvocato – perchè era figlio di padre ignoto e quello è il suo cognome adottivo». «Non faceva neanche il pr – ha detto ancora il legale -, faceva l’intermediatore immobiliare. Conosceva tante persone perchè frequentava un certo ambiente». De Bonis, a fronte della richiesta di giudizio immediato fatta dal pm della procura di Roma, ha chiesto oggi il rito abbreviato per il suo assistito.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Roma, prete pedofilo arrestato, l’avvocato: «vittima di abusi quando era in orfanotrofio» sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/pedofili/roma-prete-pedofilo-arrestato-lavvocato-vittima-abusi-orfanotrofio/feed/ 0
Stupratori vengono presi dalla folla (Video) http://attaccomirato.com/cronaca/stupratori-vengono-presi-dalla-folla-video/ http://attaccomirato.com/cronaca/stupratori-vengono-presi-dalla-folla-video/#respond Thu, 24 Mar 2016 16:55:53 +0000 http://attaccomirato.com/?p=1407 Se la sono vista davvero brutta due uomini che qualche tempo fa in India hanno rischiato di essere linciati dalla folla. I due dopo aver tentato di stuprare due donne, sono stati bloccati dagli abitanti del villaggio, spogliati completamente e legati a dei pali in una piazza. Rispetto ad altre storie simili ai due violentatori è …

L'articolo Stupratori vengono presi dalla folla (Video) sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
Youtube

Se la sono vista davvero brutta due uomini che qualche tempo fa in India hanno rischiato di essere linciati dalla folla. I due dopo aver tentato di stuprare due donne, sono stati bloccati dagli abitanti del villaggio, spogliati completamente e legati a dei pali in una piazza. Rispetto ad altre storie simili ai due violentatori è andata ancora tutto sommato bene. Infatti abbiamo scritto anche in passato di pedofili o stupratori finiti nelle grinfie della folla e linciati fino alla morte. Una sorta di giustizia tribale, della strada che molto spesso in posto in cui regna il caos e la povertà appare come la soluzione più semplice per certi problemi.

In questo caso invece i due dopo essere stati immobilizzati sono stati picchiati dalle donne che si sono accanite contro di loro, infierendo ripetutamente con scarpe e bastoni con l’intento soprattutto di colpire nelle parti intime i due malviventi. Ecco il video di questa vendetta del villaggio che si è poi conclusa con la consegna alle autorità dei due stupratori:

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

 

L'articolo Stupratori vengono presi dalla folla (Video) sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/stupratori-vengono-presi-dalla-folla-video/feed/ 0
Si convince di essere “incinto” dopo un rapporto omosessuale: “Lo sento muoversi” http://attaccomirato.com/cronaca/si-convince-incinto-un-rapporto-omosessuale-lo-sento-muoversi/ http://attaccomirato.com/cronaca/si-convince-incinto-un-rapporto-omosessuale-lo-sento-muoversi/#respond Thu, 24 Mar 2016 09:28:55 +0000 http://attaccomirato.com/?p=1380 Un uomo sulla cinquantina, padre di due figli, si era autoconvinto di essere “incinto” dopo aver avuto un rapporto sessuale con un altro uomo. Uno psichiatra di Kozhikode, in India, ha disposto il ricovero in un reparto psichiatrico Dall’India una notizia rimbalza sui tabloid inglesi. Un uomo sulla cinquantina, padre di due figli, si era …

L'articolo Si convince di essere “incinto” dopo un rapporto omosessuale: “Lo sento muoversi” sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
ai29jcz2

Un uomo sulla cinquantina, padre di due figli, si era autoconvinto di essere “incinto” dopo aver avuto un rapporto sessuale con un altro uomo. Uno psichiatra di Kozhikode, in India, ha disposto il ricovero in un reparto psichiatrico

Dall’India una notizia rimbalza sui tabloid inglesi. Un uomo sulla cinquantina, padre di due figli, si era autoconvinto di essere “incinto” dopo aver avuto un rapporto sessuale con un altro uomo. Uno psichiatra di Kozhikode, in India, ha disposto il ricovero in un reparto psichiatrico per il 52enne, disoccupato. 

Ai medici da giorni continuava a dire di aver dolori alla pancia e di “sentire muoversi il bambino”, scrive The Times of India.  L’uomo ha un dottorato postlaurea, e per questo le convinzioni dell’uomo hanno sorpreso ancora di più i dottori.

Ci sono casi in cui i compagni delle donne incinte sperimentano tutti i sintomi e i comportamenti di una donna in attesa, si parla di Sindrome di Couvade. Il nome ha un’origine francese, deriva da  “couver” che significa  “covare, far nascere“, un senso di protezione quindi, verso il nascituro. I sintomi che la caratterizzano sono di solito un leggero aumento di  peso, alterazione nei livelli ormonali,  nausea mattutina, disturbi del sonno e addirittura voglie.Ma un caso come quello di Kozhikode non si era mai registrato, scrive il quotidiano indiano.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

 

L'articolo Si convince di essere “incinto” dopo un rapporto omosessuale: “Lo sento muoversi” sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/si-convince-incinto-un-rapporto-omosessuale-lo-sento-muoversi/feed/ 0
Sorprende 47enne che stupra sua figlia di 4 anni e lo uccide a pugni. Assolto dal giudice http://attaccomirato.com/cronaca/sorprende-47enne-che-stupra-sua-figlia-di-4-anni-e-lo-uccide-a-pugni-assolto-dal-giudice/ http://attaccomirato.com/cronaca/sorprende-47enne-che-stupra-sua-figlia-di-4-anni-e-lo-uccide-a-pugni-assolto-dal-giudice/#respond Mon, 21 Mar 2016 14:35:15 +0000 http://attaccomirato.com/?p=1320 TEXAS – Ci sono situazioni ed eventi che difficilmente l’animo umano può controllare, ed è in queste situazioni che la linea di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato è più vicina che mai. L’istinto a farsi vendetta da solo, la rabbia e l’incondizionato amore paterno hanno preso il sopravvento su un padre …

L'articolo Sorprende 47enne che stupra sua figlia di 4 anni e lo uccide a pugni. Assolto dal giudice sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
pqay5b2v

TEXAS – Ci sono situazioni ed eventi che difficilmente l’animo umano può controllare, ed è in queste situazioni che la linea di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato è più vicina che mai. L’istinto a farsi vendetta da solo, la rabbia e l’incondizionato amore paterno hanno preso il sopravvento su un padre di famiglia, che quando ha sorpreso un 47enne che stava stuprando la sua figlioletta di appena 4 anni, lo ha picchiato a morte.
E’ successo sabato scorso, in Texas, nel corso di una festa: gli adulti erano in giardino a visionare dei cavalli, la bimba era rimasta in casa a giocare. Quando il padre della piccola è rientrato ha colto in flagrante l’uomo, un conoscente, mentre abusava sessualmente di sua figlia, e lo ha colpito con violenza con ripetuti pugni alla testa, fino ad ucciderlo.

All’arrivo delle forze dell’ordine nell’abitazione, è stato dichiarato il decesso del 47enne. La bambina invece, chiaramente sotto choc, è stata portata all’Ospedale di Victoria, ma poi dimessa: «Ora la piccola sta bene, a parte l’ovvio trauma psicologico», ha detto lo sceriffo della contea Lavaca, Micah Harmon. Harmon ha spiegato che il padre della piccola vittima non è stato arrestato, perché «l’unico motivo per l’omicidio sembra essere quello che ci ha detto». Sulla possibilità di una incriminazione futura dell’uomo, lo sceriffo ha detto alla Cnn: «Uno ha il diritto di difendere la propria figlia. Lui ha agito per difenderla. Quando l’indagine sarà conclusa, ne sottoporremo i risultati al procuratore distrettuale, che poi li sottoporrà al Grand Jury che deciderà se incriminarlo».

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Sorprende 47enne che stupra sua figlia di 4 anni e lo uccide a pugni. Assolto dal giudice sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/sorprende-47enne-che-stupra-sua-figlia-di-4-anni-e-lo-uccide-a-pugni-assolto-dal-giudice/feed/ 0
Funzionario cinese pedofilo fucilato in piazza senza appello: presenti i familiari delle vittime http://attaccomirato.com/cronaca/funzionario-cinese-pedofilo-fucilato-in-piazza-senza-appello-presenti-i-familiari-delle-vittime/ http://attaccomirato.com/cronaca/funzionario-cinese-pedofilo-fucilato-in-piazza-senza-appello-presenti-i-familiari-delle-vittime/#respond Sat, 12 Mar 2016 08:57:56 +0000 http://attaccomirato.com/?p=1077 Ancora un caso di violenza arriva dal Mondo, anche questa volta su minori. A Shanghai Li Xiongong, ex vice segretario generale del comitato cittadino del partito comunista di Yongcheng, è stato ritenuto colpevole di aver abusato sessualmente di 11 bambine di età compresa tra i 9 e gli 13 anni. Nonostante le richieste di appello, è arrivata per …

L'articolo Funzionario cinese pedofilo fucilato in piazza senza appello: presenti i familiari delle vittime sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
1fhbkzxg

Ancora un caso di violenza arriva dal Mondo, anche questa volta su minori. A Shanghai Li Xiongong, ex vice segretario generale del comitato cittadino del partito comunista di Yongcheng, è stato ritenuto colpevole di aver abusato sessualmente di 11 bambine di età compresa tra i 9 e gli 13 anni. Nonostante le richieste di appello, è arrivata per l’uomo la fucilazione in piazza, dove erano presenti diversi familiari delle vittime.

Si tratta solo di uno dei tanti casi che in tutto il mondo stanno facendo scandalo. Oltre a quelli registrati in Brasilee a Washington, solo un mese fa un altro caso in Bolivia aveva creato scalpore: un ragazzino aveva stuprato una sua compagna ma aveva subito la rabbia della folla che lo aveva seppellito vivo accanto al cadavere della ragazza stuprata, morta in seguito ai traumi riportati.

ANSA – SHANGHAI, Le autorita’ cinesi hanno eseguito la condanna a morte per fucilazione di un ex funzionario governativo condannato per aver violentato undici minorenni. Lo scrive l’agenzia Nuova Cina. L’uomo, Li Xiongong, ex vice segretario generale del comitato cittadino del partito comunista di Yongcheng, nella provincia centrale dell’Henan, e’ stato arrestato nel maggio dell’anno scorso per aver violentato le ragazzine dalla seconda meta’ del 2011. Dopo la condanna, l’uomo fece appello ma fu rigettato.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Funzionario cinese pedofilo fucilato in piazza senza appello: presenti i familiari delle vittime sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/funzionario-cinese-pedofilo-fucilato-in-piazza-senza-appello-presenti-i-familiari-delle-vittime/feed/ 0
Imam arrestato ragazzo 22enne: “Ci faremo saltare in aria nella stazione Termini” http://attaccomirato.com/cronaca/imam-arrestato-ragazzo-22enne-ci-faremo-saltare-in-aria-nella-stazione-termini/ http://attaccomirato.com/cronaca/imam-arrestato-ragazzo-22enne-ci-faremo-saltare-in-aria-nella-stazione-termini/#respond Fri, 11 Mar 2016 00:10:44 +0000 http://attaccomirato.com/?p=686       Preparava un attentato a Roma, ma per fortuna – ancora una volta – un accurato lavorato di monitoraggio e prevenzione lo ha battuto sul tempo e arrestato: un imam somalo di 22 anni, richiedente asilo, è finito in manette, e appena in tempo perchè non arrivasse a compiere quanto da lui fin …

L'articolo Imam arrestato ragazzo 22enne: “Ci faremo saltare in aria nella stazione Termini” sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
Islamici-moschea-620x264

 

 

 

Preparava un attentato a Roma, ma per fortuna – ancora una volta – un accurato lavorato di monitoraggio e prevenzione lo ha battuto sul tempo e arrestato: un imam somalo di 22 anni, richiedente asilo, è finito in manette, e appena in tempo perchè non arrivasse a compiere quanto da lui fin qui progettato. Per gli inquirenti, infatti, l’uomo sarebbe fuggito dalla struttura che lo accoglieva nei pressi di Campobasso, probabilmente per andare a Roma.

Arrestato giovane imam somalo: preparava un attentato a Roma

«Abbiamo un riscontro tecnico preciso circa la possibilità che stesse organizzando un attentato a Roma», ha dichiarato senza timore di essere smentito il Procuratore capo di Campobasso, Armando D’Alterio, spiegando alcuni dettagli dell’operazione della Digos di Campobasso che in queste ore ha fermato in un centro di accoglienza a Campomarino (Campobasso), il giovane Imam somalo. Per questo, quando qualche ora fa gli inquirenti hanno avuto conferma che in giornata il ragazzo sarebbe fuggito dalla struttura che lo accoglieva, probabilmente per andare a Roma, gli agenti della Digos hanno provveduto tempestivamente al fermo.

L’imam somalo: un lupo solitario o un kamikaze in attesa di ordini?

E ora, istigazione alla commissione di delitti con finalità di terrorismo, è l’accusa mossa nei confronti del cittadino somalo fermato dagli agenti della Digos di Campobasso e sospettato di essere sul punto di compoiere un attentato terroristico nella capitale. Dunque, un immigrato di fede islamica, come ce ne sono tanti. Un profugo richiedente asilo, come ce ne sono tanti, e che ora le indagini accerteranno se sia un cane sciolto pronto ad agire in solitaria, o un miliziano militante mimetizzatosi tra gli immigrati in una struttura d’accoglienza della provincia molisana, e in attesa di ordini da eseguire.

Imam somalo, le frasi: «Cominciamo dalla stazione di Roma»

«Cominciamo dalla stessa Italia, andiamo a Roma e cominciamo dalla stazione», è quanto avrebbe detto l’imam fermato. Una frase agggiacciante e drammaticamente inequivocabile che si legge in un documento illustrato in Questura, riconducibile ad alcune affermazioni pronunciate dal giovane. «La guerra ancora continua – ripete il sospettato – Charlie Ebdo era solo il precedente di quello che sta succedendo adesso». E poi, la conferma finale, affidata a un ultimo, inquietante virgolettato: «C’è una strada più semplice: quella di attrezzarsi e farsi saltare in aria»… Secondo l’accusa, il giovane imam somalo inneggiava all’Isis, ad Al Qaeda e ad Al Shabab, invitando gli altri ospiti del Centro di accoglienza ad azioni violente da realizzare nell’ambito della Jihad. Una azione «intensa e veemente di proselitismo», così l’ha definita il Procuratore capo di Campobasso, Armando D’Alterio, contro l’occidente. Tanto che alcuni si sono allontanati dalla preghiera allarmati dal suo comportamento.

Imam somalo, le indagini che hanno portato al fermo

Poco più di due mesi di indagini serrate, supportate anche da intercettazioni ambientali, hanno consentito agli agenti della Digos di Campobasso di capire la reale portata di quelle parole e delle sue intenzioni. Il giovane Imam fermato in Molise, esaltava anche gli attentati terroristici di Parigi e il martirio, invitando gli altri ospiti del centro di accoglienza ad unirsi alla Jihad e a seguirlo prima a Roma e poi in Siria. Nella sua stanza gli agenti hanno registrato con una telecamera nascosta l’uomo mentre visionava diversi video nei quali erano presentate immagini di attentati, sequestrando anche materiale ritenuto utile alle indagini. Non solo: è stata soprattutto una conversazione intercettata tra due soggetti residenti all’interno del Centro per rifugiati di Campomarino, in cui l’imam veniva definito un «esaltato» pronto a passare alla mobilitazione, a far scattare il fermo nei confronti del ventiduenne somalo. Secondo gli uomini dell’Antiterorrismo e della Digos della Polizia che hanno condotto le indagini, il somalo era un soggetto pericoloso, una figura che in poco tempo aveva avviato un’attività di proselitismo e si era imposta all’interno del centro che lo ospitava con posizioni dominanti e radicali. Agli altri ospiti della strutture l’uomo diceva di appartenere ad Al Shabaab, il movimento terrorista somalo. Nei suoi confronti, sottolineano fonti qualificate, c’erano elementi per ritenere che fosse nella fase della mobilitazione, ma alcun segnale che da qui potesse passare alla fase operativa. Il fermo, però, è scattato anche in considerazione di un altro elemento: al giovane somalo era stato negato lo status di rifugiato e, dunque, di qui a breve avrebbe lasciato la struttura di Campomarino. In considerazione della sua pericolosità, dunque, si è deciso di bloccarlo ed evitare che potesse far perdere le sue tracce. Per fortuna, allora, questa bomba è stata disinnescata prima ancora di essere sganciata.

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Imam arrestato ragazzo 22enne: “Ci faremo saltare in aria nella stazione Termini” sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/imam-arrestato-ragazzo-22enne-ci-faremo-saltare-in-aria-nella-stazione-termini/feed/ 0