Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php on line 1905

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-content/object-cache.php:1905) in /home/content/p3pnexwpnas14_data01/87/3188287/html/wp-includes/feed-rss2.php on line 8
INFORMAZIONE – Attacco Mirato http://attaccomirato.com Tutte le notizie sull'attualità in tempo reale Tue, 17 Jan 2017 23:13:20 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.7.1 ++SIAMO NOI CHE DOBBIAMO RIBELLARCI!!!++ Immigrati al posto dei senzatetto italiani, vendetta dei patrioti: staccano il gas al centro profughi!!! http://attaccomirato.com/cronaca/dobbiamo-ribellarci-immigrati-al-posto-dei-senzatetto-italiani-vendetta-dei-patrioti-staccano-gas-al-centro-profughi/ http://attaccomirato.com/cronaca/dobbiamo-ribellarci-immigrati-al-posto-dei-senzatetto-italiani-vendetta-dei-patrioti-staccano-gas-al-centro-profughi/#respond Tue, 17 Jan 2017 23:13:20 +0000 http://attaccomirato.com/?p=35391 ++SIAMO NOI CHE DOBBIAMO RIBELLARCI!!!++ Immigrati al posto dei senzatetto italiani, vendetta dei patrioti: staccano il gas al centro profughi!! Sindaco della provincia di Cesena prende in giro i cittadini e fa arrivare gli immigrati al posto dei senza tetto italiani. Subito la protesta del comitato Futuro Borello. Durante un presidio in piazza “ignoti” hanno …

L'articolo ++SIAMO NOI CHE DOBBIAMO RIBELLARCI!!!++ Immigrati al posto dei senzatetto italiani, vendetta dei patrioti: staccano il gas al centro profughi!!! sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
++SIAMO NOI CHE DOBBIAMO RIBELLARCI!!!++ Immigrati al posto dei senzatetto italiani, vendetta dei patrioti: staccano il gas al centro profughi!!

Sindaco della provincia di Cesena prende in giro i cittadini e fa arrivare gli immigrati al posto dei senza tetto italiani. Subito la protesta del comitato Futuro Borello. Durante un presidio in piazza “ignoti” hanno manomesso il rubinetto del gas dalla casa dei profughi, lasciandoli al freddo. Il comitato prende le distanze dal gesto.

Si infuoca la polemica sui senzatetto ospitati a Borello in una casa presa in affitto dalla Misericordia. A rispondere alle accuse, con una conferenza stampa convocata d’urgenza, sono stati gli esponenti del comitato “Futuro Borello”. Il problema è sorto quando sabato sera sono stati portati a Borello 11 senzatetto stranieri, da ricoverare temporaneamente per l’emergenza freddo, nella struttura che si intende in futuro utilizzare per i richiedenti asilo, già al centro di numerose proteste in passato.

Al loro arrivo è nato un battibecco con alcuni rappresentanti del comitato, che si sarebbero trovati lì in presidio. Poi un fattaccio denunciato ai carabinieri: nella notte tra sabato e domenica – sostengono dalla Misericordia – ignoti hanno infranto il vetro di un contatore e hanno chiuso il rubinetto del gas. I senzatetto si sono quindi svegliati al freddo e senza gas per la cucina. Un atto di ripicca dovuto agli animi esacerbati?

Di sicuro non è stata certo una calda accoglienza quella riservata agli undici senza tetto ospitati per l’emergenza gelo nella nuova struttura di via Linaro. Se ne rendono partecipi i membri del comitato “Futuro Borello” che a riguardo hanno puntualizzato i fatti avvenuti sabato sera all’atto dell’ingresso della struttura dei bisognosi.  “Tutti noi eravamo pronti ad accogliere chi è meno fortunato – dice Fabio Biguzzi del comitato “Futuro Borello – proprio per questo alcuni dei nostri e altri cittadini ci eravamo dati appuntamento per le venti davanti al centro. Addirittura alcuni avevano delle coperte in macchina da offrire e si pensava anche di far preparare una grande pizza gigante da offrire.

Ma quando abbiamo visto scendere dai due pulmini della Misericordia undici africani, subito l’idea classica del barbone e del clochard è andata a farsi benedire. Inoltre una discussione nata tra un ospite e una signora che filmava con un telefonino ha acceso gli animi ed è volata qualche parola di troppo, ma senza nessuna conseguenza. Non sono state fatte le barricate, come ha detto la stampa, ma tutto è andato avanti senza nulla di grave”.

“Quello che è successo – rincara Ombretta Farneti portavoce del comitato – è certamente legato al fatto che dall’inizio dell’estate è muro contro muro tra noi, che raccogliamo oltre cinquecento firme, e il comune di Cesena completamente sordo alle nostre richieste. Chiediamo che la nuova struttura venga messa a disposizione degli anziani del luogo e proprio per questo abbiamo indetto un incontro dal titolo “Le voci inascoltate” per giovedì 19 gennaio presso il teatro parrocchiale invitando il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore Simona Benedetti. Respingere i senza tetto non è nelle  nostre intenzioni, purchè questo non sia una forma subdola di inserimento di persone che potrebbero alterare l’equilibrio del paese”.

“ I senza tetto sono ben accettati – dice Jacopo Morrone della Lega Nord – purchè nella chiarezza. Il fatto che questi undici siano stati portati qui dal centro “La Marmotta Rossa” di Cesena senza nessun tipo di documentazione se non un fantomatico tesserino di cui ha parlato il governatore Israel De Vito che li ha trasportati con i mezzi della Misericordia non basta.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo ++SIAMO NOI CHE DOBBIAMO RIBELLARCI!!!++ Immigrati al posto dei senzatetto italiani, vendetta dei patrioti: staccano il gas al centro profughi!!! sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/dobbiamo-ribellarci-immigrati-al-posto-dei-senzatetto-italiani-vendetta-dei-patrioti-staccano-gas-al-centro-profughi/feed/ 0
RUMENO UCCISE UN RAGAZZO E VIOLENTO’ LA FIDANZATA! FINALMENTE CONDANNATO ALL’ERGASTOLO http://attaccomirato.com/cronaca/rumeno-uccise-un-ragazzo-violento-la-fidanzata-finalmente-condannato-allergastolo/ http://attaccomirato.com/cronaca/rumeno-uccise-un-ragazzo-violento-la-fidanzata-finalmente-condannato-allergastolo/#respond Tue, 17 Jan 2017 23:09:03 +0000 http://attaccomirato.com/?p=35388 RUMENO UCCISE UN RAGAZZO E VIOLENTO’ LA FIDANZATA! FINALMENTE CONDANNATO ALL’ERGASTOL Due uomini incappucciati assalirono Natalino Migliaro e la fidanzata, nella notte tra il 4 e il 5 ottobre del 2014, sulla litoranea di Battipaglia in provincia di Salerno. Ecco la sentenza“ I giudici della Corte d’Assise di Salerno hanno condannato all’ergastolo il 34enne romeno …

L'articolo RUMENO UCCISE UN RAGAZZO E VIOLENTO’ LA FIDANZATA! FINALMENTE CONDANNATO ALL’ERGASTOLO sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
RUMENO UCCISE UN RAGAZZO E VIOLENTO’ LA FIDANZATA! FINALMENTE CONDANNATO ALL’ERGASTOL

Due uomini incappucciati assalirono Natalino Migliaro e la fidanzata, nella notte tra il 4 e il 5 ottobre del 2014, sulla litoranea di Battipaglia in provincia di Salerno. Ecco la sentenza“

I giudici della Corte d’Assise di Salerno hanno condannato all’ergastolo il 34enne romeno Ionut Alexa, accusato di aver ucciso dopo un pestaggio il giovane di Battipaglia Natalino Migliaro.

Alexa è accusato di aver pestato a morte il 30enne e di aver abusato della ragazza che era con lui nell’auto.

Natalino Migliaro venne ucciso la notte tra il 4 e il 5 ottobre del 2014 sulla litoranea di Battipaglia, nel salernitano. I giudici hanno riconosciuto l’omicidio volontario per l’assassinio di Migliaro e accolto tutte le richieste del pm Katia Cardillo.

LA RICOSTRUZIONE – Due uomini incappucciati assalirono Natalino e la fidanzata con una violenza inaudita, forse per una rapina culminata in un omicidio e una violenza sessuale. Ad incastrare l’assassino è stata la prova del Dna: gli inquirenti, prima di arrestarlo, hanno confrontato la sua saliva con lo sperma ritrovato sul luogo della tragedia.

Alla lettura della sentenza erano presenti i genitori di Natalino Migliaro, i quali pur definendosi soddisfatti e pur ribadendo la piena fiducia nella giustizia, hanno sottolineato che nulla può alleviare il dolore per la perdita del figlio. Natalino Migliaro è spirato al Campolongo Hospital a seguito di un lungo calvario: troppo gravi le lesioni riportate a seguito dell’aggressione subìta. Il 34enne ora condannato ha sempre respinto l’accusa di aver partecipato all’aggressione e nel corso del processo ha più volte reso dichiarazioni spontanee. A incastrare Ionut Alexa è stata, come detto, la prova del Dna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo RUMENO UCCISE UN RAGAZZO E VIOLENTO’ LA FIDANZATA! FINALMENTE CONDANNATO ALL’ERGASTOLO sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/rumeno-uccise-un-ragazzo-violento-la-fidanzata-finalmente-condannato-allergastolo/feed/ 0
Devo riconquistare un fisico da bikini”: topless della star in crisi / Foto http://attaccomirato.com/curiosita/devo-riconquistare-un-fisico-bikini-topless-della-star-crisi-foto/ http://attaccomirato.com/curiosita/devo-riconquistare-un-fisico-bikini-topless-della-star-crisi-foto/#respond Tue, 17 Jan 2017 21:55:03 +0000 http://attaccomirato.com/?p=35385 Devo riconquistare un fisico da bikini”: topless della star in crisi / Foto Per molti mesi Vicky Pattison ha lottato con la bilancia per riconquistare la forma perduta. Dopo essere diventata famosa come la “bellona” di Geordie Shore, popolarissimo reality “cafone” britannico, la procace mora si era lasciata un po’ andare, mettendo su pancetta e …

L'articolo Devo riconquistare un fisico da bikini”: topless della star in crisi / Foto sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
Devo riconquistare un fisico da bikini”: topless della star in crisi / Foto

Per molti mesi Vicky Pattison ha lottato con la bilancia per riconquistare la forma perduta. Dopo essere diventata famosa come la “bellona” di Geordie Shore, popolarissimo reality “cafone” britannico, la procace mora si era lasciata un po’ andare, mettendo su pancetta e ammorbidendo le forme. Su Instagram i suoi fan hanno potuto seguire passo passo la “rinascita”. E per il 2017 la volitiva Vicky ha fatto una nuova promessa: riconquistare un “fisico da bikini”, con tanto di foto motivazionale in topless. La domanda è: ce n’era davvero bisogno?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Devo riconquistare un fisico da bikini”: topless della star in crisi / Foto sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/curiosita/devo-riconquistare-un-fisico-bikini-topless-della-star-crisi-foto/feed/ 0
Le figlie (piccanti) di Sylvester Stallone: panico in passerella / Guarda http://attaccomirato.com/informazione/le-figlie-piccanti-sylvester-stallone-panico-passerella-guarda/ http://attaccomirato.com/informazione/le-figlie-piccanti-sylvester-stallone-panico-passerella-guarda/#respond Tue, 17 Jan 2017 19:33:17 +0000 http://attaccomirato.com/?p=35381 Le figlie (piccanti) di Sylvester Stallone: panico in passerella / Guarda Sophia, 20 anni, e Sistine, appena maggiorenne, sono le bellissime figlie del celebre attore Sylvester Stallone, orgogliose e allo stesso tempo spaventate per la loro prima presenza in passerella per Dolce & Gabbana. Appena nominate Miss Golden Globe, sono state definite da Stefano Gabbana delle …

L'articolo Le figlie (piccanti) di Sylvester Stallone: panico in passerella / Guarda sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
Le figlie (piccanti) di Sylvester Stallone: panico in passerella / Guarda

L'articolo Le figlie (piccanti) di Sylvester Stallone: panico in passerella / Guarda sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/informazione/le-figlie-piccanti-sylvester-stallone-panico-passerella-guarda/feed/ 0
L’INTERCETTAZIONE INFAME CHE SMASCHERA DEFINITIVAMENTE LA FECCIA PARASSITA: ”C’È L’AMIANTO A CAUSA DELLA TAV? CHE TE FREGA, TANTO SE NE ACCORGONO TRA 30 ANNI” http://attaccomirato.com/cronaca/lintercettazione-infame-smaschera-definitivamente-la-feccia-parassita-ce-lamianto-causa-della-tav-frega-tanto-ne-accorgono-30-anni/ http://attaccomirato.com/cronaca/lintercettazione-infame-smaschera-definitivamente-la-feccia-parassita-ce-lamianto-causa-della-tav-frega-tanto-ne-accorgono-30-anni/#respond Tue, 17 Jan 2017 19:27:06 +0000 http://attaccomirato.com/?p=35378 L’INTERCETTAZIONE INFAME CHE SMASCHERA DEFINITIVAMENTE LA FECCIA PARASSITA: ”C’È L’AMIANTO A CAUSA DELLA TAV? CHE TE FREGA, TANTO SE NE ACCORGONO TRA 30 ANNI” Così il dirigente Cociv rispondeva al collega preoccupato per il materiale nei cantieri L’amianto non è sempre stata una preoccupazione per i manager del consorzio che sta costruendo il Terzo valico. …

L'articolo L’INTERCETTAZIONE INFAME CHE SMASCHERA DEFINITIVAMENTE LA FECCIA PARASSITA: ”C’È L’AMIANTO A CAUSA DELLA TAV? CHE TE FREGA, TANTO SE NE ACCORGONO TRA 30 ANNI” sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
L’INTERCETTAZIONE INFAME CHE SMASCHERA DEFINITIVAMENTE LA FECCIA PARASSITA: ”C’È L’AMIANTO A CAUSA DELLA TAV? CHE TE FREGA, TANTO SE NE ACCORGONO TRA 30 ANNI”

Così il dirigente Cociv rispondeva al collega preoccupato per il materiale nei cantieri

L’amianto non è sempre stata una preoccupazione per i manager del consorzio che sta costruendo il Terzo valico. Tanto che 18 mesi fa uno dei superdirigenti poi arrestati per gli appalti pilotati, davanti all’allarme di un sottoposto per la presenza della fibra pericolosa nei cantieri lo tranquillizzava: «Tanto la malattia arriva fra trent’anni…». Le cimici della Finanza stavano registrando tutto.

Per contestualizzare la vicenda occorre tornare alla fine del luglio 2015. Fra alcuni tecnici del Cociv, raggruppamento d’imprese capeggiato da Salini-Impregilo che realizzerà la nuova ferrovia Genova-Milano, c’è un po’ di apprensione poiché dagli scavi saltano fuori materiali pericolosi. Gli abitanti delle aree circostanti protestano, sia in Piemonte dove dovrebbe essere realizzata gran parte del tracciato, sia sul versante ligure. In quel periodo le Fiamme gialle e i carabinieri, su ordine delle Procure di Genova e Roma, registrano ogni dialogo negli uffici Cociv del capoluogo ligure: molte commesse potrebbero essere state assegnate in modo illegale dal medesimo consorzio, che svolge il ruolo di general contractor affidando lavori pagati con miliardi di soldi pubblici pur essendo un soggetto privato.

C’è una conversazione fra le altre che fa sgranare gli occhi agli investigatori, sebbene non rappresenti di per sè la prova d’un reato. L’allora numero due Cociv Ettore Pagani – finito ai domiciliari a ottobre proprio per l’affaire appalti – è a colloquio con un collega, allo stato in via d’identificazione. Il secondo si dilunga in una serie di considerazioni più o meno dettagliate sulle rocce che contengono amianto e sulle contromisure da adottare, lasciandosi andare a un certo punto a un commento inquietante: «Il primo che si ammala è un casino», ripete, riferendosi agli operai che lavorano ogni giorno nelle zone più esposte. Da Pagani ci si aspetterebbe un approfondimento dei rischi per la salute, ma il tenore della frase che pronuncia di getto è differente: «Tanto – risponde – la malattia arriva fra trent’anni…». Questo scambio non è contenuto nell’ordine d’arresto notificato nelle scorse settimane, ma fa parte d’un corpo d’intercettazioni già trascritte dagli inquirenti dopo l’ascolto audio, con le quali si focalizza la spregiudicatezza che ha segnato per lungo tempo la gestione dei cantieri.

Pagani ai tempi era un manager di peso, risultando fra l’altro responsabile di progetto per la realizzazione del Ponte sullo stretto di Messina, opera del cui studio preliminare era stata incaricata Impregilo. A casa sua i militari del nucleo di polizia tributaria genovese avevano trovato mazzette per quindicimila euro, mentre in altre intercettazioni aveva palesato una certa disinvoltura nel rapporto con gli enti locali. Parlando con un altro collega dileggiava l’assessore alle Infrastrutture della Regione Liguria Giacomo Giampedrone (giunta di centrodestra guidata da Giovanni Toti) da cui erano state chieste garanzie sulle ricadute occupazionali nelle zone interessate dagli scavi: «Possiamo dirgli – ridacchiava Pagani – che adesso con quel tunnel facciamo una bella garetta, in cui inviteremo sicuramente delle imprese liguri. Non so quale, tanto poi non prenderà alcun lavoro, eh eh…».

Gli appalti sul Terzo valico rappresentano il cuore dell’inchiesta sulle tangenti per le grandi opere (altri episodi sospetti riguardano i lavori sulla Salerno-Reggio e la nascita del people mover di Pisa) che tre mesi fa aveva fatto scattare 21 misure cautelari. Il tribunale del Riesame le ha confermate e l’Anac, l’autorità nazionale anticorruzione guidata da Raffaele Cantone, ha chiesto il commissariamento di Cociv, che aveva nel frattempo rimpiazzato il management.  

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo L’INTERCETTAZIONE INFAME CHE SMASCHERA DEFINITIVAMENTE LA FECCIA PARASSITA: ”C’È L’AMIANTO A CAUSA DELLA TAV? CHE TE FREGA, TANTO SE NE ACCORGONO TRA 30 ANNI” sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/lintercettazione-infame-smaschera-definitivamente-la-feccia-parassita-ce-lamianto-causa-della-tav-frega-tanto-ne-accorgono-30-anni/feed/ 0
Paola Perego, foto da sogno a 50 anni: occhio, la minigonna sale… / Guarda http://attaccomirato.com/informazione/paola-perego-foto-sogno-50-anni-occhio-la-minigonna-sale-guarda/ http://attaccomirato.com/informazione/paola-perego-foto-sogno-50-anni-occhio-la-minigonna-sale-guarda/#respond Tue, 17 Jan 2017 19:09:24 +0000 http://attaccomirato.com/?p=35375 Paola Perego, foto da sogno a 50 anni: occhio, la minigonna sale… / Guarda “Quasi pronti…” scrive Paola Perego a corredo di una foto scattata nei camerini di Parliamone…sabato, il format che conduce su Rai1. Una foto da sogno: eccola con minigonna nera (davvero mini) che esalta le sue gambe perfette. Una forma pazzesca (a …

L'articolo Paola Perego, foto da sogno a 50 anni: occhio, la minigonna sale… / Guarda sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
Paola Perego, foto da sogno a 50 anni: occhio, la minigonna sale… / Guarda

“Quasi pronti…” scrive Paola Perego a corredo di una foto scattata nei camerini di Parliamone…sabato, il format che conduce su Rai1. Una foto da sogno: eccola con minigonna nera (davvero mini) che esalta le sue gambe perfette. Una forma pazzesca (a 50 anni).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Paola Perego, foto da sogno a 50 anni: occhio, la minigonna sale… / Guarda sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/informazione/paola-perego-foto-sogno-50-anni-occhio-la-minigonna-sale-guarda/feed/ 0
Minigonna e trionfo di cosce: Marcuzzi erotica sul divano!! /FOTO HOT http://attaccomirato.com/curiosita/minigonna-e-trionfo-di-cosce-marcuzzi-erotica-sul-divano-foto-hot/ http://attaccomirato.com/curiosita/minigonna-e-trionfo-di-cosce-marcuzzi-erotica-sul-divano-foto-hot/#respond Tue, 17 Jan 2017 19:01:48 +0000 http://attaccomirato.com/?p=35372 Minigonna e trionfo di cosce: Marcuzzi erotica sul divano!! /FOTO HOT Tutto è pronto, o quasi, per la nuova edizione dell’Isola dei famosi. Alla conduzione è confermata Alessia Marcuzzi. Con lei l’opinionista Vladimir Luxuria e l’inviato Stefano Bettarini in Honduras. Mentre si prepara a tornare in tv, su Canale 5 dal 30 gennaio, la Marcuzzi …

L'articolo Minigonna e trionfo di cosce: Marcuzzi erotica sul divano!! /FOTO HOT sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
Minigonna e trionfo di cosce: Marcuzzi erotica sul divano!! /FOTO HOT

Tutto è pronto, o quasi, per la nuova edizione dell’Isola dei famosi. Alla conduzione è confermata Alessia Marcuzzi. Con lei l’opinionista Vladimir Luxuria e l’inviato Stefano Bettarini in Honduras. Mentre si prepara a tornare in tv, su Canale 5 dal 30 gennaio, la Marcuzzi posa per servizi fotografici e selfie caserecci e sexy. Come quello in cui indossa una striminzita gonna e stivaloni. Un look che esalta le cosce slanciate della showgirl. Fatale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Minigonna e trionfo di cosce: Marcuzzi erotica sul divano!! /FOTO HOT sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/curiosita/minigonna-e-trionfo-di-cosce-marcuzzi-erotica-sul-divano-foto-hot/feed/ 0
Ecco la legge sconosciuta per sconfiggere Equitalia http://attaccomirato.com/cronaca/la-legge-sconosciuta-sconfiggere-equitalia/ http://attaccomirato.com/cronaca/la-legge-sconosciuta-sconfiggere-equitalia/#respond Tue, 17 Jan 2017 18:27:43 +0000 http://attaccomirato.com/?p=35369 Ecco la legge sconosciuta per sconfiggere Equitalia «Se non puoi sconfiggere il tuo nemico, fattelo amico». Saranno anche passati più di duemila anni, ma la frase di Giulio Cesare torna ancora comoda. Specialmente se si parla di Equitalia, il più temuto nemico degli italiani dopo il virus Ebola. Un avvocato del foro di Milano, Pasquale …

L'articolo Ecco la legge sconosciuta per sconfiggere Equitalia sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
Ecco la legge sconosciuta per sconfiggere Equitalia

«Se non puoi sconfiggere il tuo nemico, fattelo amico». Saranno anche passati più di duemila anni, ma la frase di Giulio Cesare torna ancora comoda.

Specialmente se si parla di Equitalia, il più temuto nemico degli italiani dopo il virus Ebola.

Un avvocato del foro di Milano, Pasquale Lacalandra, specializzato in diritto fallimentare, è riuscito nella mission impossible di trattare coi funzionari del Fisco, riuscendo a far ridurre il debito di un suo assistito da 509mila a 54mila euro. E il tribunale di Como gli ha dato ragione.

«Mi sono semplicemente basato sulla legge sul Sovraindebitamento (n. 3/2012), peraltro promossa a suo tempo dal senatore Pdl Roberto Centaro e che oggi andrebbe riformata e migliorata per renderla ancora più fruibile, che permette di ridurre i debiti, anche di natura fiscale, in relazione alle concrete possibilità del debitore – dice Lacalandra – Ho cercato di far ragionare i funzionari dell’Agenzia con un semplice concetto: i debiti di qualunque persona fisica possono essere ridotti a seconda di quanto è il valore del patrimonio del debitore. Nel mio caso, Roberto, 48 anni, single, è un impiegato amministrativo di un’azienda, ha uno stipendio di 1.700 euro al mese e non possiede immobili».

Il debito con Fisco gli è derivato dall’essere stato, vent’anni fa, titolare di una partecipazione del 20% nel maglificio di famiglia, poi fallito. L’accertamento fiscale risale al 1993, e per 24 anni non gli hanno tolto gli artigli di dosso. Ha provato più volte a difendersi ma le sue ragioni non sono mai state accolte. All’importo iniziale di 166mila euro sono state aggiunte le sanzioni (125mila euro), gli interessi di mora (187mila euro), l’aggio e oneri di riscossione (29.500 euro). «Noi, invece di 509mila euro, siamo riusciti a chiudere a 50mila euro per l’Agenzia delle entrate e 4mila per Equitalia – spiega l’avvocato – L’importo è stato determinato sulla base delle entrate del debitore, ovvero il solo stipendio. In pratica ho preso la busta paga di Roberto e ho applicato la legge sul sovraindebitamento che prevede che lo Stato possa pignorare solo un decimo delle entrate, per chi guadagna fino a 2.500 euro al mese. Questo decimo l’ho moltiplicato per tutti i pignoramenti che gli sarebbero potuti arrivare fino all’età di 84 anni, considerata anche la pensione, attualizzando gli importi ad oggi. Su questo ragionamento l’Agenzia è stata d’accordo e così ha racimolato quasi la metà della cifra debitoria iniziale. È inutile tenere un database di crediti che non recupereranno mai».

Così si apre la strada anche ad altri casi simili ma per Lacalandra «ci vuole la collaborazione di tutti, in primis dell’Agenzia delle entrate. La rottamazione delle cartelle esattoriali voluta da Renzi, ovvero la dilazione, è inutile. Il concetto è che in Italia le banche vanno salvate e i poveri cristi devono vendersi le case». Ma poi Equitalia non l’avevano abolita?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Ecco la legge sconosciuta per sconfiggere Equitalia sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/la-legge-sconosciuta-sconfiggere-equitalia/feed/ 0
Migranti, paura in polizia: “Usate guanti e maschere” http://attaccomirato.com/informazione/migranti-paura-polizia-usate-guanti-maschere/ http://attaccomirato.com/informazione/migranti-paura-polizia-usate-guanti-maschere/#respond Tue, 17 Jan 2017 18:19:35 +0000 http://attaccomirato.com/?p=35365 Migranti, paura in polizia: “Usate guanti e maschere” Immigrato ricoverato per meningoencefalite, scatta l’«allarme sanitario». Poliziotti costretti a dotarsi di mascherine e guanti. Accade a Conetta, nel veneziano. Dopo la morte del 2 gennaio scorso, di Sandrine Bakayoko, richiedente asilo ivoriana, ospite nell’ex base militare, ora un immigrato, originario del Bangladesh, 19 anni, è stato …

L'articolo Migranti, paura in polizia: “Usate guanti e maschere” sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
Migranti, paura in polizia: “Usate guanti e maschere”

Immigrato ricoverato per meningoencefalite, scatta l’«allarme sanitario». Poliziotti costretti a dotarsi di mascherine e guanti.

Accade a Conetta, nel veneziano. Dopo la morte del 2 gennaio scorso, di Sandrine Bakayoko, richiedente asilo ivoriana, ospite nell’ex base militare, ora un immigrato, originario del Bangladesh, 19 anni, è stato ricoverato sabato notte nel reparto Malattie Infettive dell’ospedale di Padova. Il bengalese, sempre ospite nel campo base, si è sentito male sabato sera. Giunto in pronto soccorso in codice rosso, all’inizio vi era il sospetto si trattasse di una forma di meningite batterica invasiva, ipotesi poi esclusa dagli accertamenti dell’ unità locale socio sanitaria (Ulss 3 Serenissima).

Ma il sospetto che il rischio di qualche contagio ci potesse essere, è venuto agli uomini della Polizia di Stato, che ieri si trovavano a presidiare l’ennesima manifestazione dei richiedenti asilo a Conetta. Dopo la notizia del ricovero del bengalese, alle 9.48 di ieri, è scattato l’allarme. «Per i colleghi impiegati in servizio a Conetta ha scritto Mauro Armelao, vice segretario nazionale Ugl Polizia di Stato si raccomanda di avere dispositivi di protezione individuale quali guanti e mascherine. Oggi a Conetta sarà presente un nostro medico. Evitate contatti diretti con i profughi fino a che non saranno fatti i dovuti accertamenti».

Dopo la conferma della meningoencefalite di tipo virale, infezione dell’encefalo e delle meningi, che non comporta, fanno sapere, rischi di contagio e non necessita misura di profilassi, ieri mattina, però, il medico della Polizia di Stato ha spiegato a tutti gli agenti in servizio come indossare e utilizzare guanti e mascherine. In particolare: maschere facciali con visiera removibile monouso, mascherine facciali filtranti FFP3 e guanti; materiale reperibile nei locali in uso dagli agenti. Ma a denunciare che la situazione fosse a rischio, ci aveva già pensato l’Ugl – Polizia di Stato dopo la morte di Sandrine Bakayoko, chiedendo l’immediata chiusura del campo di Conetta e i controlli sanitari su tutti i richiedenti asilo ospitati. «Stiamo valutando con i nostri legali aveva fatto sapere Armelao di fare un esposto in procura affinché verifichi le condizioni di salute di tutti gli ospiti del centro per salvaguardare le forze dell’ordine e i cittadini stessi, a rischio incolumità. Oltre 1300 profughi non possono convivere lì dentro. Chiediamo poi venga istituito un posto medico avanzato». Non solo. Le prove che le richieste di aiuto da parte degli agenti sono state tante, ci sono. Eccome. É del 3 gennaio scorso una lettera, del segretario generale dell’Ugl Polizia di Stato, Valter Mazzetti, inviata al ministero dell’Interno e al dipartimento di Pubblica Sicurezza, con cui chiede, su richiesta, la possibilità di vaccinare gratuitamente tutti gli operatori di polizia. «I casi di meningite ha detto Mazzetti hanno fatto sorgere una crescente preoccupazione tra il personale, che per esigenze di servizio opera a contatto con molti soggetti in luoghi affollati». «Attendiamo una risposta urgente incalza Armelao – ora più che mai, da parte del ministero. Chiederò di fermare i colloqui all’ufficio immigrazione in questura a Marghera (Venezia), per i migranti provenienti da Conetta».

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo Migranti, paura in polizia: “Usate guanti e maschere” sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/informazione/migranti-paura-polizia-usate-guanti-maschere/feed/ 0
++FINALMENTE!!!!++ “Cucchi è stato ucciso!!!!” Accusati tre carabinieri!! http://attaccomirato.com/cronaca/finalmente-cucchi-ucciso-accusati-tre-carabinieri/ http://attaccomirato.com/cronaca/finalmente-cucchi-ucciso-accusati-tre-carabinieri/#respond Tue, 17 Jan 2017 18:16:50 +0000 http://attaccomirato.com/?p=35358 ++FINALMENTE!!!!++ “Cucchi è stato ucciso!!!!” Accusati tre carabinieri!! I tre carabinieri indagati per la morte di Stefano Cucchi sono stati accusati di omicidio preterintenzionale. Secondo la procura, il giovane romano è stato aggredito violentemente la sera del 15 ottobre 2009 con “schiaffi, pugni e calci, provocandone tra l’altro una rovinosa caduta con impatto al suolo …

L'articolo ++FINALMENTE!!!!++ “Cucchi è stato ucciso!!!!” Accusati tre carabinieri!! sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
++FINALMENTE!!!!++ “Cucchi è stato ucciso!!!!” Accusati tre carabinieri!!

I tre carabinieri indagati per la morte di Stefano Cucchi sono stati accusati di omicidio preterintenzionale.

Secondo la procura, il giovane romano è stato aggredito violentemente la sera del 15 ottobre 2009 con “schiaffi, pugni e calci, provocandone tra l’altro una rovinosa caduta con impatto al suolo in regione sacrale” da Alessio Di Bernardo, Raffaele D’Alessandro e Francesco Tedesco.

La svolta nell’inchiesta-bis, riaperta più di due anni fa, è giunta al termine dalle indagini preliminari ed è stata formalizzata con l’avviso notificato agli imputati. Francesco Tedesco e il maresciallo Roberto Mandolini sono inoltre accusati di falso in atto pubblico perché nel verbale di arresto di Cucchi avevano dichiarato falsamente che il ragazzo era stato identificato attraverso le impronte digitali e il fotosegnalamento, mentre in realtà era stato proprio questo il motivo per cui Cucchi non fu collaborativo all’operazione e venne picchiato.

I due non avrebbero neanche verbalizzato la resistenza opposta da Cucchi nella stazione dei carabinieri e avrebbero dichiarato falsamente che non aveva voluto nominare un difensore di fiducia. Ulteriore omissione sono i nomi dei carabinieri Di Bernardo e D’Alessandro (ora indagati per omicidio) dal verbale d’arresto.

Mandolini e Vincenzo Nicolardi sono inoltre accusati di calunnia perché nelle loro testimonianze al processo contro gli agenti della polizia penitenziaria assolti con sentenza definitiva avevano affermato il falso “in merito a quanto accaduto nella notte tra il 15 e il 16 ottobre 2009” accusandoli pur sapendoli innocenti delle percosse al detenuto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo ++FINALMENTE!!!!++ “Cucchi è stato ucciso!!!!” Accusati tre carabinieri!! sembra essere il primo su Attacco Mirato.

]]>
http://attaccomirato.com/cronaca/finalmente-cucchi-ucciso-accusati-tre-carabinieri/feed/ 0